L’ennesima follia di Mario Balotelli (entrata di kung-fu su Popov) contro la Dinamo, è costata al City l’eliminazione dall’Europa League. Adesso la stampa inglese va in tackle su ‘Mad Mario’. Definito “stupido”, “codardo” e “idiota” dai giornali britannici, Balotelli le ha prese anche dal Mancio: “Sarebbe un giocatore fantastico, se pensasse”. Il calcio volante, in stile Jean-Claude Van Dame, dell’attaccante italiano sull’ucraino Popov ha costretto il City a giocare un’ora in inferiorità numerica.

Subito dopo il rosso a Balotelli la squadra di Mancini ha trovato il vantaggio, al 36′, con una botta di sinistro di Kolarov. Ma nel secondo tempo, pur spingendo in tutti i modi, non ha trovato il gol del 2-0 che avrebbe riportato il discorso qualificazione in parità.

Ecco perchè l’indiziato principale per l’eliminazione dei Citizens è proprio Mario Balotelli. Anche secondo Mancini non ci sono giustificazioni: “Se sono arrabbiato? Secondo voi? Quando fa cose stupide come questa, mette in difficoltà se stesso, me e tutto il club. Questo è il suo problema”.

Nonostante l’inferiorità numerica il Manchester City nel secondo tempo ha attaccato senza sosta: “Se avessimo giocato 11 contro 11 avremmo sicuramente segnato due o tre gol. Rimontare una sconfitta per 2-0 – afferma il Mancio- è già una cosa molto difficile, ma quando sei costretto a giocare in 10 per un rosso ‘stupido’ diventa ancora piu’ dura. C’e’ una grande differenza”.

Naturalmente la stampa britannica è andata già durissima su Balotelli, al secondo rosso in pochi mesi: “Sarebbe dovuta intervenire la polizia”, ha sentenziato il Sun, “in campo 10 uomini coraggiosi e un codardo”, commenta il Daily Mirror.

Insomma poche attenuanti per Balotelli che rischia la multa e si appresta a finire in panchina sino a fine stagione. A quel punto arriverà il Milan…. Anche se, dato l’atteggiamento recidivo del giocatore, Adriano Galliani qualche dubbio comincerà ad averlo sulla bontà di questa operazione.

© Riproduzione Riservata

Commenti